Avere un’automobile è un vero e proprio lusso che, oltre a numerosi vantaggi, comporta una serie di responsabilità e doveri quando si tratta di manutenzione, in questo caso dei filtri aria.

In particolare, in questo approfondimento andremo a parlare dell’importanza di una regolare pulizia dei filtri dell’impianto di condizionamento per la salubrità dell’abitacolo e una piacevole esperienza di guida.

Vediamo insieme agli specialisti della Casa del Contachilometro quali sono i rischi di un impianto di condizionamento sporco e come mantenere un’aria pura e filtrata all’interno della nostra automobile.

Cosa sono i filtri aria condizionata

In estate e in inverno sfruttiamo le bocchette dell’aria per avere rispettivamente aria fredda o calda al bisogno. All’interno del condizionatore sono inseriti dei filtri che impediscono a polvere, sporco o inquinamento di contaminare l’aria che respiriamo.

Una scorretta manutenzione dei filtri comporta in primis uno scarso livello di efficienza delle funzioni di riscaldamento e raffreddamento e non meno importante, un rischio per la salute degli individui. Al loro interno si annidano polveri, peli di animali e residui nocivi che diventano terreno fertile per la formazione di muffe e funghi.

Un’esposizione prolungata di alcune ore a un flusso di aria condizionata contaminato può comportare l’insorgere di:

  • Mal di testa;
  • Tosse;
  • Eccessiva produzione di muco;
  • Irritazione agli occhi o della pelle.

Dopo quanto effettuare la manutenzione dei filtri

Per assicurarsi di avere filtri in buono stato ed efficienti dovremmo provvedere ad effettuare una pulizia e igienizzazione degli stessi almeno una volta l’anno.

Non si tratta di una tempistica precisa ma, dopo un certo lasso di tempo e un utilizzo frequente del mezzo, sarà necessario intervenire manualmente per evitare sgradevoli odori all’interno dell’abitacolo.

Pulizia fai da te

Se avete deciso di effettuare la pulizia personalmente senza rivolgervi ad un meccanico o un professionista, siete nel posto giusto. Non si tratta di un’operazione complessa ma è necessario essere dotati di un’aspirapolvere o un flusso d’aria in grado di rimuovere i residui. In alternativa in commercio potete trovare delle schiume apposite che, inserite all’interno del condotto di ventilazione, igienizzano e disinfettano le bocchette.

Pulizia dell’impianto di condizionamento da uno specialista

Leggendo il paragrafo sul fai da te hai capito di non avere mezzi o tempo necessario alla manutenzione? L’unica scelta resta quindi rivolgersi a un professionista del settore che provvederà a:

  • Sostituire o aggiungere liquido di raffreddamento;
  • Controllare il livello dell’olio;
  • Effettuare una pulizia e igienizzazione contro batteri e residui.

Ti sei accorto di avere uno sgradevole odore nell’abitacolo ogni volta che accendi il condizionatore? Pensa alla tua salute e a quella della tua automobile, segui i consigli della Casa del Contachilometro ed effettua un’accurata pulizia dei filtri! Se sei curioso e vuoi saperne di più, contattaci cliccando qui.